LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI – 29 SETTEMBRE 2017 – AURUM PESCARA

1057 - ....la notte dei ricercatori

 

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno (circa 3000 visitatori), anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di Pescara, attraverso lo Europe Direct – Centro ufficiale della Rete d’informazione della Commissione europea, promuove ed organizza, la manifestazione denominata “La Notte Europea dei Ricercatori”, iniziativa promossa dalla REA (Research Executive Agency) nell’ambito del Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico, che ormai da anni coinvolge ricercatori ed istituzioni di ricerca in tutti i paesi dell’Unione europea.L’evento di Pescara è frutto di una proficua collaborazione tra Comune di Pescara, Università G. d’Annunzio Chieti – Pescara, Istituto ICRANet, GAIA Geographical Exploring Team, Associazione Scienza Under 18.L’obiettivo primario è quello di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.La Notte Europea dei Ricercatori, spesso pubblicizzata come evento e spettacolo per la famiglia, sveglierà l’interesse di persone di tutte le età, curiose di conoscere il mondo della ricerca e l’impatto che la scienza ha nella vita di tutti i giorni, consentendo altresì di visitare i laboratori che sono normalmente chiusi al pubblico.
Europe Direct Pescara, in vista dell’evento, promuove anche attività di preparazione per studenti e docenti delle scuole superiori in un contest definito “Aspettando la Notte dei ricercatori”.  Nella mattina del 29 settembre,  infatti, sarà nuovamente possibile visitare il prestigioso centro ICRANet (International Centre for Relativistic Astrophysics Network) presente a Pescara, in Piazza della Repubblica 10, alla presenza del Direttore Prof. Remo Ruffini, fisico di fama internazionale.La giornata proseguirà, a partire dalle ore 17.30 e fino alle 24.00, presso la prestigiosa struttura Aurum,  nel cuore della Riserva dannunziana,  sede dello Europe Direct; il programma prevede una serie di “conversazioni scientifiche” individuali o per mini gruppi tenute da studiosi e ricercatori, simulazioni di laboratorio, esprimenti ed altre attività d’intrattenimento.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.